Salta al contenuto

Il Comune di Vernio seleziona tre giovani istruttori amministrativi

BANDO DI SELEZIONE PER ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 3 POSTI CON CONTRATTO FORMAZIONE LAVORO DI “ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO” CAT. C - SCADENZA DOMANDE 10/09/2022

Data:

16-08-2022

Il Comune di Vernio seleziona tre giovani istruttori amministrativi

L'amministrazione comunale rende noto che è indetto un concorso pubblico per esami per n. 3 posti a tempo pieno mediante contratto

formazione lavoro di Istruttore Amministrativo categ. C, posizione economica 1, di cui al

vigente C.C.N.L. Comparto Funzioni Locali.

Il contratto di formazione e lavoro che verrà stipulato con i candidati vincitori della presente

selezione, avrà durata pari a dodici mesi (con periodo di prova pari ad un mese di prestazione effettiva) ed è finalizzato ad agevolare l’inserimento professionale mediante un’esperienza lavorativa che consenta un adeguamento delle capacità professionali al contesto organizzativo e di servizio proprio del Comune di Vernio. Il contratto di formazione e lavoro ha infatti come finalità quella di far acquisire le competenze necessarie per ricoprire la posizione di Istruttore amministrativo.
La conversione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato sarà subordinata ad una previa valutazione positiva dell’attività svolta dal dipendente durante il rapporto contrattuale di formazione e lavoro.
L’Amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento nei luoghi di lavoro ai sensi della normativa vigente.
Agli assunti dalla graduatoria derivante dalla presente procedura concorsuale si applica l’obbligo di permanenza alle dipendenze del Comune di Vernio per un periodo non inferiore a cinque anni.

Al concorso possono partecipare coloro che, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione, sono in possesso dei seguenti requisiti:
a) Titolo di studio Diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale Nel caso in cui il titolo di studio sia stato conseguito all'estero, il candidato dovrà allegare alla domanda di partecipazione idonea documentazione comprovante il riconoscimento da parte delle autorità competenti, che tale titolo è equiparabile al titolo di studio richiesto per l'accesso (art. 38 c. 3 del D.Lgs. 30/03/2001 n. 165). I titoli di studio dovranno essere accompagnati da una traduzione in lingua italiana effettuata da un traduttore in possesso del necessario titolo di abilitazione. Qualora il candidato, al momento della presentazione della domanda, non sia in grado di allegare detta documentazione sarà ammesso alla procedura sotto condizione, fermo restando che tale riconoscimento dovrà sussistere al momento dell'eventuale assunzione.
b) 1. cittadinanza italiana o 2. cittadinanza di altro Stato appartenente all’Unione Europea oppure 3. cittadinanza extracomunitaria, solo ove ricorrano le condizioni di cui all’art. 38 del D.Lgs. 30.03.2001, n. 165, come modificato dall’art. 7 della L. 6.8.2013, n. 97;
c) età compresa tra 18 anni compiuti e 32 anni non compiuti alla scadenza del bando;
d) idoneità fisica all’impiego ed alle mansioni previste per il profilo professionale messo a concorso;
e) godimento del diritto di elettorato politico attivo. Per i cittadini di altri Stati dell’Unione Europea e per i cittadini extracomunitari tale requisito dovrà essere posseduto nel paese di appartenenza;
f) non essere stato condannato, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati che escludono, secondo le vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
g) non essere sottoposto a misura restrittiva della libertà personale;
h) non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, ovvero non essere stato dichiarato decaduto per aver conseguito l'impiego mediante la produzione di documenti falsi o nulli comportanti l'interdizione ai pubblici uffici; non aver subito un licenziamento disciplinare o un licenziamento per giusta causa dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
i) essere in possesso della patente di guida B

I cittadini non italiani, ai fini dell’accesso ai posti della pubblica amministrazione, devono essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini italiani e devono avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
Tutti i requisiti di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di ammissione.

Tutti i dettagli del concorso sono visionabili nella sezione amministrazione trasparente (sezione Bandi di Concorso) del sito dell'Unione dei Comuni della Val di Bisenzio raggiungibile al seguente link: https://unionevalledibisenzio.trasparenza-valutazione-merito.it/web/trasparenza/trasparenza

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 17:08

Questa pagina ti è stata utile?