Salta al contenuto

Festa della Via della Lana e della Seta A Montepiano c’è la disfida della mortadella

Sabato 25 e domenica 26 giugno. Online programma e prenotazioni

Data:

24-06-2022

Festa della Via della Lana e della Seta  A Montepiano c’è la disfida della mortadella

E disfida della mortadella sia. Sarà Montepiano a ospitare l’evento conclusivo della Festa della Via della Lana e della Seta, kermesse di cammini e camminatori in programma nell’accogliente crinale dell’Appennino nel week end di sabato 25 e domenica 26 giugno.

La singolar tenzone, prevista per domenica 26 alle 17 al Parco del Poggetto di Montepiano, vedrà protagonisti due salumi tanto diversi quanto espressione dei loro territori: la mortadella di Bologna e quella di Prato. Popolarissima la prima e sicuramente un prodotto di nicchia di antichissima tradizione la seconda, riscoperta e valorizzata in anni recenti. Ad animare la disfida del gusto tra Prato e Bologna la food-blogger Stefania Storai, conosciuta per il suo profilo Facebook Mina e le sue ricette del cuore che racconterà le sue elaborazioni creative a base di mortadella. L’incontro, a cui partecipano anche i produttori, sarà guidato da Giulia Susan Gianassi, giornalista e speaker di White Radio e Martina Mari giornalista di Ercole TV. Sarà un confronto a tutto tondo tra le eccellenze dei due versanti: è prevista la distribuzione di assaggi di Mortadella di Prato e di Mortadella Bologna, zuccherini di Montepiano e di Castiglione, con abbinamento di vino Carmignano e Pignoletto. A fare da sottofondo il DJ Set con White Radio. Per questo e per gli altri eventi è necessario prenotarsi sul sito www.viadellalanaedellaseta.com/festa

Dunque davvero tanti gli appuntamenti in programma sul crinale tra Emilia e Toscana per celebrare il quarto compleanno della Via della Lana e della Seta, un evento che nasce prima di tutto dalla collaborazione dei Comuni del versante pratese e di quello bolognese ed è stato presentato nei giorni scorsi a Bologna con la partecipazione del sindaco Giovanni Morganti e dell’assessore Maria Lucarini.

Al centro della festa Montepiano e Castiglione dei Pepoli. Si comincia sabato 25 giugno (alle 10) con una passeggiata a Montepiano tra antichi alberghi e vecchie pensioni nei luoghi dell’ospitalità dei primi del ‘900 con colazione a base di preparazioni dolci locali.

A Castiglione dal pomeriggio del sabato mercatino tradizionale con stand di produttori, artigianato ed associazioni locali e cena con piatti tipici del cammino (immancabili i tortelli di patate del circolo di Rasora, ma c’è anche il panino al lampredotto del Gruppo Alpini di Montepiano). Alle 21 il concerto "Ferlinghetti" con Paolo Fresu (tromba, flicorno, effetti); Dino Rubino (pianoforte); Marco Bordoscia (contrabbasso); Carlo Maver (bandoneon).

Domenica 26 giugno ci sarà la presentazione del documentario realizzato sul cammino dalla scuola di cinema romana “Sentieri Selvaggi” (ore 15.30 in Comune a Castiglione). E poi visite guidate alle Ville Liberty di Montepiano (a cura di FAI e CDSE), passeggiate notturne intorno a Castiglione (a cura del CAI di Bologna), aperture straordinarie del Museo Paolo Guidotti, presentazione della guida della Via della Lana e della Seta di Vito Paticchia, il cammino raccontato attraverso i fumetti di Davide Tonioli e altri itinerari come la Via Medicea (di Andrea Cuminatto) e la Mater Dei (a cura di Foiatonda). È possibile acquistare la Bisaccia del Viandante, il cestino di prodotti tipici locali con zainetto e borraccia riutilizzabili, ecologici ed esclusivi della Festa della Via della Lana e della Seta.

La festa è promossa dal Tavolo della Via della Lana e della Seta con il contributo di Territorio Turistico Bologna-Modena e con il supporto tecnico-operativo di Appennino Slow.

Informazioni e prenotazioni su www.viadellalanaedellaseta.com/festa. Oppure si può scrivere a info@viadellalanaedellaseta.com o telefonare al 379 113 5432.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 17:08

Questa pagina ti è stata utile?