Salta al contenuto

Festa della Polenta, edizione con straordinaria partecipazione

Morganti e Lucarini: “Ha vinto il desiderio di ritorno alla normalità”. E intanto si riflette sull’ipotesi di aggiornare la data dell’evento

Data:

23-05-2022

Festa della Polenta, edizione con straordinaria partecipazione

La 444ª edizione della Festa della Polenta, che si è svolta ieri a Vernio, è stata caratterizzata da una straordinaria partecipazione. Un bilancio davvero positivo per una delle prime rievocazioni storiche che, come ha sottolineato durante la festa il presidente della Regione Eugenio Giani, torna a essere celebrata dopo la pandemia.

Una bella vittoria, dunque, del desiderio di ritorno alla normalità. “È stata davvero una emozionante festa di comunità a cui hanno partecipato davvero tanti cittadini di Vernio ma anche tante persone, arrivate dalla piana pratese e dall’Appennino bolognese - sottolinea soddisfatto il sindaco Giovanni Morganti - ringrazio di cuore tutti coloro che sono stati in piazza: il presidente Giani che ha voluto essere presente, i sindaci e ai rappresentanti dei Comuni amici, i gruppi storici e ai figuranti straordinari come sempre. Una gratitudine speciale alla Società della Miseria – Gruppo storico Conti Bardi e ai volontari senza i quali la festa non sarebbe stata possibile”.

Certo la bella giornata e il clima della primavera inoltrata ha favorito la buona riuscita dell’evento. “Si è percepito fortissimo il desiderio di riprendere da quando ci siamo dovuti fermare, da quando due anni fa siamo stati travolti dalla pandemia e dal primo lockdown- sottolinea l’assessore alla Cultura, Maria Lucarini - il risultato della festa e la grande partecipazione ci spingono anche ad avviare una riflessione, insieme con la Società della miseria, sulla data del suo svolgimento. Si potrebbe ipotizzare di lasciare comunque un appuntamento celebrativo nella prima domenica di Quaresima, programmando il corteggio e la festa in primavera”.

Ieri hanno sfilato 600 figuranti con i loro affascinanti abiti d’epoca. C’erano la Società della Miseria - Gruppo storico Conti Bardi, il Calcio storico fiorentino, i Valletti del Comune di Prato, la Giostra della Stella di Bagno a Ripoli, il Gruppo dei musici della Giostra del Saracino di Arezzo, Alfieri e Musici della Valmarina di Calenzano, il Gruppo storico di Montemurlo.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 17:08

Questa pagina ti è stata utile?