Salta al contenuto

Approvato il bilancio, investimenti per 16 milioni in tre anni

Morganti e Lucarini: Tasse invariate, manovra di sviluppo

Data:

25-04-2022

Il sindaco Morganti e l'assessore al Bilancio Maria Lucarini
Il sindaco Morganti e l'assessore al Bilancio Maria Lucarini

Il consiglio comunale di Vernio nell’ultima seduta ha approvato il bilancio triennale 2002-2024. “Si tratta di una manovra che prevede 16 milioni di investimenti per opere pubbliche e tasse invariate, che fa i conti con un momento storico complesso e incerto ma guarda sempre e comunque alla crescita e mette al primo posto gli investimenti per le scuole e la sicurezza del territorio”, sottolinea il sindaco Giovanni Morganti. Il provvedimento, a cui ha lavorato il sindaco Giovanni Morganti e LA giunta, è stato messo a punto e illustrato dall’assessore al Bilancio Maria Lucarini.

“Si tratta di una manovra complessa sia per le questioni legate agli strascichi della pandemia che segnano inevitabilmente i bilanci pubblici – ha messo in evidenza Lucarini - con costi d’esercizio ancora maggiorati, riduzioni delle entrate e spese in giusta crescita per venire incontro alle tante difficoltà della comunità. Sia purtroppo per gli aumenti dell’energia elettrica e in generale delle materie prime, che hanno colpito, oltre alle famiglie, anche i piccoli enti locali con previsioni di costo in pochi mesi aumentati vertiginosamente tanto che sulla pubblica illuminazione siamo ormai  al raddoppio della spesa”.

L’amministrazione di Vernio ha scelto comunque la strada degli investimenti e dello sviluppo del territorio. “In un’ottica di ripresa il nostro ente con questo bilancio si pone l’obiettivo anche di intercettare quante più risorse possibili sia da fondi del PNRR che da bandi regionali e ministeriali per migliorare le condizioni di vita dei nostri concittadini e le potenzialità dell’ente”, ha sottolineato l’assessore al Bilancio.

Il bilancio è accompagnato dal DUP, il Documento Unico di Programmazione che pianifica entrate, spese e investimenti. “Abbiamo sempre lavorato - ha premesso Lucarini – con l’intendimento di mantenere immutate le aliquote dei tributi e le tariffe dei servizi. Inoltre, sempre per quel che riguarda l’emergenza Covid, siamo ancora in attesa di notizie circa le risorse del Fondo 2022 per l’esercizio delle funzioni fondamentali”.

In programma per il 2022 c’è un impegno significativo sul fronte dei lavori pubblici, circa 9 milioni: 4 milioni sono previsti per interventi nelle scuole; 3,2 milioni per il Lago Fiorenzo, 1,4 milioni per la messa in sicurezza dal dissesto idrogeologico, 700 mila euro per il campo di Serilli (1,7 nel 2023); 150 mila euro per l’adeguamento della piazza Primo Maggio e circa 540 mila euro per l’adeguamento sismico del Palazzo comunale.

Il sindaco Morganti, come ha fatto nel recente incontro con la ministra Gelmini, ha posto all'attenzione del consiglio comunale il problema del caro materiali che rischia di vedere andare deserte le gare per i lavori.  “Sarebbe una vera beffa avere le risorse a disposizione per gli investimenti e non poterle spendere”, ha affermato con preoccupazione

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 17:08

Questa pagina ti è stata utile?