Tu sei qui: Home News Sindaci alla Asl: “Numeri chiari e collaborazione più stretta”

Sindaci alla Asl: “Numeri chiari e collaborazione più stretta”

I sindaci della Val di Bisenzio hanno inviato una lettera alla Asl Toscana Centro e alla Regione segnalando alcune criticità da affrontare

I sindaci della Val di Bisenzio chiedono più celerità nelle comunicazioni che riguardano l’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus nel loro territorio e maggiore coordinamento informativo tra sistema sanitario e amministrazioni locali. Per questo, nel più ampio spirito di collaborazione, hanno inviato una lettera alla Asl Toscana Centro e alla Regione segnalando alcune criticità da affrontare.

“Dalle comunicazioni che riceviamo emergono informazioni sfalsate, specialmente a livello temporale: il livello regionale non coincide con quello della Asl Toscana Centro. Lo ha messo in evidenza in queste ore anche il sindaco di Prato. Questa situazione è stata una difficoltà per la gestione nelle nostre comunità di tutti i provvedimenti correlati a ogni singolo caso di positività al Covid-19”, spiegano Guglielmo Bongiorno, Primo Bosi e Giovanni Morganti.  “Fortunatamente in realtà piccole come le nostre – proseguono i sindaci - abbiamo anche un flusso di informazioni parallelo dato dal coinvolgimento e il rapporto diretto con i medici di medicina generale e i pediatri che ci consente comunque di rimanere in contatto con tutti i soggetti che risultano positivi”.

“Riconosciamo che ognuno sta facendo la sua parte con impegno, per uscire dalla crisi la collaborazione deve essere massima e per questo abbiamo segnalato le difficoltà – proseguono – capita infatti che le informazioni in possesso della Asl arrivino sul territorio con ritardo, rallentando le necessarie iniziative di attivazione delle quarantene”.

Nei giorni scorsi – segnalano i sindaci – una cittadina della Vallata ha appreso la conferma della propria positività – e quindi la necessità della quarantena al proprio domicilio con tutto quello che ne consegue – soltanto dal bollettino pomeridiano della Asl Toscana Centro pubblicato dai siti di informazione, ed è stata contattata solo successivamente.

Azioni sul documento