Tu sei qui: Home News Il punto sulla filiera della castagna da proteggere

Il punto sulla filiera della castagna da proteggere

Incontro su problematiche e cure al Meucci. Un tavolo di Anci, Regione e Unione dei Comuni con i produttori

Il punto sulla castanicoltura

Alta attenzione alla filiera di produzione della castagna da parte di Regione e Anci che, in collaborazione con l’Unione dei Comuni della Val di Bisenzio, hanno attivato un tavolo di informazione e confronto con i castanicoltori. Il primo appuntamento è fissato per venerdì 14 febbraio, a partire dalle 15, a Vernio alla Fabbrica Meucci.

Si farà il punto sulle problematiche e sulle cure colturali del castagno. Dopo i saluti del sindaco di Vernio, Giovanni Morganti, e del presidente dell’Unione dei Comuni, Guglielmo bongiorno, intervengono Alberto Maltoni dell’Università di Firenze che illustrerà le strategie di cura, Fabrizio Pennacchio di CREA che approfondirà le patologie e Ivo Poli dell’Associazione Città del castagno che affronterà il tema del rapporto tra coltivazione e paesaggio. Conclude Alessandro Bracci, presidente dell’Associazione castanicoltori della Val di Bisenzio.

L’iniziativa ha l’obiettivo di aggiornare i territori – incontri di questo genere si tengono in tutte le province toscane- sulla situazione castanicola e sulle azioni intraprese dalla stessa Regione Toscana, in collaborazione con enti locali e produttori per fronteggiare l’aggressione del cinipide e di altri parassiti che aggrediscono i castagneti.

Azioni sul documento