Tu sei qui: Home News I costumi del Gruppo storico Bardi a Roma al Museo delle civiltà

I costumi del Gruppo storico Bardi a Roma al Museo delle civiltà

Inaugurata sabato 21 settembre la mostra Rievocazioni storiche al museo. Gli abiti della coppia di nobili, dama e cavaliere, ricreati da Marcella Sarti

Gli abiti che adesso sono in mostra a Roma

Vetrina romana per gli abiti storici del Gruppo storico Bardi e della Società della Miseria. Una coppia di costumi, dama e cavaliere, fanno infatti parte della mostra Le Rievocazioni Storiche al Museo che è stata inaugurata sabato 21 settembre a Roma al Museo delle Civiltà (fino al 3 dicembre), negli spazi di piazza Guglielmo Marconi all’EUR riservati alle arti e tradizioni popolari. L’esposizione è organizzata dal Museo stesso e dall’Istituto centrale per la demoetnoantropologia in collaborazione con la Federazione Italiana Giochi Storici e si inserisce nel programma delle Giornate Europee del Patrimonio 2019.

La mostra presenta il ricco e multiforme panorama delle rievocazioni storiche italiane attraverso una selezione di oltre settanta costumi e decine di accessori e oggetti contemporanei, ispirati a diverse epoche del passato riferiti a trenta diverse manifestazioni rievocative che si svolgono in altrettanti Comuni disseminati in gran parte del territorio nazionale.

L’esposizione è realizzata con la diretta partecipazione di queste comunità locali, come nel caso di Vernio. Marcella Sarti, che negli anni ha dato vita alle decine di costumi utilizzati dal Gruppo Bardi, ha personalmente creato e cucito interamente a mano i due abiti in mostra a Roma.

“Il costume della dama, verde cangiante e realizzato in taffetà e passamanerie ricamate, è stato ricostruito attraverso i cataloghi rinascimentali esistenti, rispettando rigorosamente volumi, taglio e accessori – spiega la signora Sarti – Ne sono particolarmente orgogliosa anche perché in passato ha vinto un secondo premio al concorso europeo dedicato appunti ai costumi rinascimentali”. Il costume del nobile, giacca e pantalone, è realizzato invece in velluto e completato da un cappello a piume. I costumi del gruppo Bardi sono oggi circa 60, fra questi una cinquantina di coppie di nobili e poi armigeri e popolani.

Il progetto della mostra romana intende valorizzare le rievocazioni storiche quali espressioni culturali delle comunità che ne sono portatrici. Come alcuni studiosi hanno evidenziato, le rievocazioni e ricostruzioni storiche hanno avuto una grande proliferazione negli ultimi anni, ma si tratta di un fenomeno ancora poco studiato in ambito antropologico.

Azioni sul documento