Tu sei qui: Home News Avviso meteo codice giallo-arancione 29 e 30 ottobre 2018

Avviso meteo codice giallo-arancione 29 e 30 ottobre 2018

Il Centro Funzionale della Regione Toscana ha emesso un nuovo avviso di criticità codice arancione che estende quello già emanato ieri fino al giorno martedì 30 ottobre 2018 e relativo alle allerte per temporali forti, idrogeologico - idraulico reticolo minore e vento forte, valido anche per le zone B e R1 nelle quali ricade anche il territorio della Val di Bisenzio

Allerta meteo codice giallo-arancione

Allerta 30 ottobre

 FENOMENI PREVISTI

oggi, lunedì, condizioni di tempo perturbato con venti forti di Scirocco e mari agitati; domani, martedì, marcata instabilità.
PIOGGIA: oggi, lunedì, precipitazioni a prevalente carattere di rovescio e temporale che dalle zone di nord ovest e dalla costa tenderanno rapidamente ad estendersi anche al resto della regione. Cumulati attesi per la giornata di oggi:
medi significativi, localmente abbondanti sul nord-ovest con massimi fino a elevati, localmente molto elevati sui rilievi; altrove medi significativi con massimi fino a localmente elevati. Intensità oraria fino a molto forte sulle zone più occidentali, fino a forte sulle zone più interne.
Domani, martedì, nella notte e per tutta la mattina marcata instabilità con rovesci e temporali sparsi in particolare sulle zone nord occidentali. Cumulati attesi per la giornata di domani, martedì: medi significativi sulle zone di nord ovest, con massimi fino a elevati in particolare sui rilievi; altrove medi localmente significativi. Intensità oraria fino a localmente forte. Nel pomeriggio generale attenuazione dei fenomeni.
TEMPORALI: oggi, lunedì, possibilità di temporali forti, inizialmente più sparsi sulle zone di nord ovest e in Maremma e successivamente più diffusi su tutta la regione. Domani, martedì, ancora possibilità di rovesci e temporali sparsi in particolare nella prima parte della giornata.
VENTO: oggi, lunedì, vento di Scirocco con raffiche fino a molto forti su tutta la regione. Domani, martedì, vento di Libeccio con raffiche fino a forti. 
MARE: oggi, lunedì, mare generalmente agitato, fino a molto agitato o grosso a sud dell'isola d'Elba. Domani, martedì, agitato o molto agitato fino a tutta la mattina di domani, moto ondoso in generale calo dal pomeriggio.


DESCRIZIONE DELLE CRITICITÀ PREVISTE:

 

Sulla base delle previsioni meteorologiche odierne e delle valutazioni dei possibili effetti al suolo effettuate, si prefigurano i seguenti scenari di criticità:

VAL DI BISENZIO ZONE R1 – B

RISCHIO

TEMPI

CRITICITÀ

IDROGEOLOGICO
IDRAULICO RETICOLO MINORE

in corso fino
alle ore 08.00 Martedì, 30 Ottobre 2018

ARANCIONE

IDROGEOLOGICO
IDRAULICO RETICOLO MINORE

dalle ore 08.00 Martedì, 30 Ottobre 2018
alle ore 14.00 Martedì, 30 Ottobre 2018

GIALLO

TEMPORALI FORTI

in corso fino
alle ore 22.00 Lunedì, 29 Ottobre 2018

ARANCIONE

TEMPORALI FORTI

dalle ore 22.00 Lunedì, 29 Ottobre 2018
alle ore 13.00 Martedì, 30 Ottobre 2018

GIALLO

VENTO

in corso fino
alle ore 23.59 Lunedì, 29 Ottobre 2018

ARANCIONE

VENTO

dalle ore 00.00 Martedì, 30 Ottobre 2018
alle ore 13.00 Martedì, 30 Ottobre 2018

GIALLO



DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI


IDROGEOLOGICO
IDRAULICO RETICOLO MINORE

Criticità Arancione: Possibilità di fenomeni diffusi di instabilità di versante, localmente anche profonda, in contesti geologici particolarmente critici nonch� di frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango; possibilità di significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, e di aperature di voragini per fenomeni di erosione; possibilità di innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua minori, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti, etc.). Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli posti a pian terreno lungo vie potenzialmente interessate da deflussi idrici e danni e allagamenti a singoli edifici o centri abitati, infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali esposti ai suddetti fenomeni; possibili interruzioni della rete stradale e/o ferroviaria in prossimità di impluvie a valle di frane e colate di detrito in zone depresse in prossimità del reticolo idrografico; possibili danni alle opere di contenimento, regimazione e attraversamento dei corsi d'acqua; possibili danni a infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali situati in aree inondabili; possibili criticità connesse a cadute massi in più punti del territorio.


IDROGEOLOGICO
IDRAULICO RETICOLO MINORE

Criticità Giallo: Possibilità di innesco di frane superficiali/colate rapide di detriti o fango in bacini di dimensioni limitate e ruscellamenti superficiali anche con trasporto di materiale con conseguenti possibili danni localizzati alle infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali esposti; possibile innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua minori, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti, ecc); possibile scorrimento superficiale delle acque nelle strade con fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque piovane e con possibile tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse, dei locali interrati e di quelli posti a pian terreno lungo le vie potenzialmente interessate da deflussi idrici; possibili temporanee interruzioni della rete stradale e/o ferroviaria in prossimità di impluvi, canali, zone depresse (sottopassi, tunnel, avvallamenti stradali, etc.) e a valle di porzioni di versante interessate da fenomeni franosi; possibili limitati danni alle opere idraulichee di difesa delle sponde, alle attività agricole, ai cantieri, agli insediamenti civili e industriali in alveo; possibili criticità connesse a localizzate cadute massi.


TEMPORALI FORTI

Criticità Arancione: In uno scenario caratterizzato da incertezza previsionale, sono previsti fenomeni pericolosi per l'incolumità delle persone, in grado di causare disagi anche prolungati e danni consistenti su aree anche estese.
Saranno possibili gli effetti riconducibili al rischio idrogeologico-idraulico reticolo minore, che potrebbero verificarsi in maniera repentina ed improvvisa.
A causa delle violente raffiche di vento, saranno possibili ulteriori effetti tra cui ad esempio, rottura di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole, danni alle strutture provvisorie e/o agli edifici, abbattimento di pali, segnaletica e impalcature, trasporto di materiale, disagi e/o interruzione della viabilità e danneggiamenti alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con conseguenti interruzioni.
Nel caso in cui si verifichino grandinate saranno inoltre possibili danni alle colture agricole, alle coperture degli edifici e agli automezzi. 
Infine a causa delle fulminazioni saranno possibili danneggiamenti agli edifici, alberi e alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) e eventualmente l'innesco di incendi in aree boschive.


TEMPORALI FORTI

Criticità Giallo: In uno scenario caratterizzato da elevata incertezza previsionale, saranno possibili fenomeni intensi occasionalmente pericolosi per l'incolumità delle persone e in grado di causare disagi e danni a carattere locale.
Saranno possibili gli effetti riconducibili al rischio idrogeologico-idraulico reticolo minore, che potrebbero verificarsi in maniera repentina ed improvvisa.
A causa delle violente raffiche di vento, saranno possibili ulteriori effetti tra cui ad esempio, rottura di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole, danni alle strutture provvisorie e/o agli edifici, abbattimento di pali, segnaletica e impalcature, trasporto di materiale, disagi e/o interruzione della viabilità e danneggiamenti alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con conseguenti interruzioni.
Nel caso in cui si verifichino grandinate saranno inoltre possibili danni alle colture agricole, alle coperture degli edifici e agli automezzi.
Infine a causa delle fulminazioni saranno possibili danneggiamenti agli edifici, alberi e alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) e eventualmente l'innesco di incendi in aree boschive.


VENTO

Criticità Arancione: Sono previsti fenomeni pericolosi per l'incolumità delle persone, in grado di causare disagi anche prolungati e danni consistenti su aree anche estese.
Sono possibili rotture di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole e cornicioni, danni alle strutture provvisorie ed in maniera isolata agli edifici, con trasporto di materiale vario. 
Sono possibili problemi alla circolazione stradale in particolare su viadotti e ponti, con interruzione della viabilità. Sono possibili disagi a causa di ritardi o cancellazioni dei collegamenti terrestri, ferroviari, aerei e marittimi. 
Sono possibili danneggiamenti alle reti aeree di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con interruzioni dei servizi.


VENTO

Criticità Giallo: Sono possibili fenomeni occasionalmente pericolosi per l'incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale.
Sono possibili isolate rotture di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole e cornicioni, localizzati danni alle strutture provvisorie, con trasporto di materiale vario. 
Sono possibili localizzati problemi alla circolazione stradale in particolare su viadotti e ponti, con temporanee interruzioni della viabilità. Sono possibili occasionali disagi dovuti a ritardi o cancellazioni dei collegamenti terrestri, ferroviari, aerei e marittimi. 
Sono possibili occasionali problemi alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con temporanee interruzioni dei servizi.



 

ALLERTAMENTO SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE

I tecnici effettueranno un continuo monitoraggio della evoluzione sia restando in contatto con i meteorologi del Centro Funzionale sia, qualora se ne ravvisi la necessità, direttamente sul posto. 

Si invita la cittadinanza che dovesse riscontrare particolari, puntuali problemi, a segnalarlo direttamente alla Polizia Municipale (0574942432) oppure al numero della sala operativa intercomunale di Protezione Civile (0574942494).

Indicazioni utili

Nel caso di reali effetti temporaleschi o vento forte sul nostro territorio si invita la cittadinanza a mettere in atto le semplici normative di autotutela più volte descritte, In ogni caso si rammentano semplici indicazioni da seguire in caso di eventi di particolare intensità (*):

Seguire le indicazioni dell'autorità di protezione civile locale (Comune e Unione dei Comuni) e i canali informativi della viabilità, nonché sull'evoluzione delle condizioni meteo tramite radio, TV, siti web istituzionali.

All'aperto:

- Fare attenzione all'aperto, in particolare in presenza di alberi e strutture temporanee o pericolanti e nei centri urbani.

- Guidare con attenzione, in particolare sui tratti esposti alla caduta di piante e sassi

- Spostare o mettere in sicurezza oggetti sensibili agli effetti del vento prima dell'inizio del periodo di allerta

- Limitare attività all'aperto e gli spostamenti

- Fare molta attenzione in città a possibili cadute di oggetti dall'alto (tegole, cornicioni, vasi, …)

- Non sostare in auto o a piedi in prossimità di piante e coperture ma prediligere spazi aperti

resta lontano da punti che sporgono sensibilmente, come pali o alberi: non cercare riparo dalla pioggia sotto questi ultimi, specie se d’alto fusto o comunque più elevati della vegetazione circostante;

- evita il contatto con oggetti dotati di buona conduttività elettrica;

togliti di dosso oggetti metallici (anelli, collane, orecchini e monili che in genere possono causare bruciature);

- resta lontano anche dai tralicci dell’alta tensione, attraverso i quali i fulmini – attirati dai cavi elettrici – rischiano di scaricarsi a terra.

 

In casa
Il rischio connesso ai fulmini è fortemente ridotto, segui comunque alcune semplici regole durante il temporale:

- evita di utilizzare tutte le apparecchiature connesse alla rete elettrica ed il telefono fisso;

lascia spenti (meglio ancora staccando la spina), in particolare, televisore, computer ed elettrodomestici;

- non toccare gli elementi metallici collegati all’esterno, come condutture, tubature, caloriferi ed impianto elettrico;

- evita il contatto con l’acqua (rimandare al termine del temporale operazioni come lavare i piatti o farsi la doccia, nella maggior parte dei casi basta pazientare una o due ore);

- non sostare sotto tettoie e balconi, riparati invece all’interno dell’edificio mantenendoti a distanza da pareti, porte e finestre, assicurandoti che queste ultime siano chiuse.

 

in caso di precipitazioni temporalesche:

- evitare di recarsi o soffermarsi in ambienti come scantinati, piani bassi interrati;

proteggi con paratie o sacchetti di sabbia i locali che si trovano al piano strada, se esposta ai fenomeni;

- fare attenzione al passaggio in sottovia o sottopassi;

- evita di utilizzare l’automobile: anche pochi centimetri d’acqua potrebbero farti perdere il controllo del veicolo o causarne lo spegnimento, rischiando di rimanere intrappolato;

- se ti devi spostare, valuta prima il percorso ed evita le zone allagabili.

- non transitare lungo strade allagate: potrebbero esserci voragini, buche, tombini aperti;

- mantenere la massima prudenza, anche in assenza di allagamenti: l’asfalto reso improvvisamente viscido dalla pioggia potrebbe essere un insidioso pericolo per chi si trova alla guida di automezzi o motoveicoli, riducendo tanto la tenuta di strada quanto l’efficienza dell’impianto frenante;

- accendere i fari per rendere maggiormente visibile il proprio veicolo;

- limitare la velocità o effettuare una sosta, ove possibile, durante la fase più intensa dei fenomeni: la visibilità durante questa fase potrebbe essere fortemente ridotta.


Di seguito si riporta il link dove sono indicate le norme e i consigli su come comportarsi in caso di rischio idrogeologico-idraulico e temporali ( http://www.regione.toscana.it/-/rischio-idrogeologico-idraulico ) e in caso di vento forte ( http://www.regione.toscana.it/-/rischio-vento )

 

Nel corso dell’evolversi della situazione meteo saranno possibili ulteriori aggiornamenti della presente sezione del web e sui social network ufficiali dei tre Comuni e dell’Unione dei Comuni. 

 

(*) fonte Dipartimento della Protezione Civile

 

Azioni sul documento