Tu sei qui: Home News Apriti Chiostro, La buona novella di De André

Apriti Chiostro, La buona novella di De André

Nel giardino del Casone dei Bardi l’Ensemble Le Nuvole e Daniele Poli. Uno spettacolo che ripropone lo storico album del cantautore con nuovi arrangiamenti

La buona novella di De Andrè

 

Al nastro di partenza domenica 7 luglio l’edizione 2019 di Apriti Chiostro che a Vernio riscopre un naturale palcoscenico estivo, quello del giardino del casone dei Bardi.

Il primo evento in programma è dedicato a uno dei capolavori di Fabrizio De Andrè.

“Apriamo il sipario con De Andrè, un album che ha fatto la storia della musica italiana, La buona novella, riproposto nell’appassionata versione di Daniele Poli e della sua Ensemble”, annuncia l’assessore a Cultura e Turismo Maria Lucarini.

La buona novella di Fabrizio De André esce infatti nel 1970. Inizialmente accolto da critiche e incomprensioni, l’album si rivela poi, anche a detta del suo autore, uno dei più riusciti, grazie alla personale rilettura dei Vangeli apocrifi e una vena poetica e musicale di altissimo livello.

Dopo quasi mezzo secolo l’album viene riproposta dal gruppo Le Nuvole con nuovi arrangiamenti di Daniele Poli con una introduzione particolarmente suggestiva: il Laudate Dominum che apre l’album verrà infatti eseguito nell’Oratorio, con l’antico organo. Poi ci si sposterà nel chiostro per proseguire con la narrazione di parole e musica che ripercorre la vocazione umana e terrena, quindi provocatoria e rivoluzionaria della figura storica di Gesù di Nazareth. Dall’infanzia di Maria segregata nel tempio (dicono fosse un angelo a raccontarti le ore, a misurarti il tempo fra cibo e Signore), al matrimonio con Giuseppe, alla maternità inaspettata in Ave Maria, un omaggio alla donna, fino alla Crocifissione e al Testamento di Tito che analizza i dieci comandamenti.

Azioni sul documento