Tu sei qui: Home Le MISURE del GOVERNO e della REGIONE SI PARTE il 4 MAGGIO

Le MISURE del GOVERNO e della REGIONE SI PARTE il 4 MAGGIO

La presente nota vuole essere uno strumento di ausilio alla comprensione delle norme in vigore da domani 4 maggio E NON SOSTITUISCE O MODIFICA QUANTO CONTENUTO NEI DOCUMENTI UFFICIALI EMANATI DAGLI ORGANI GOVERNATIVI NAZIONALI E REGIONALI. E' una lettura che fornisce l'interpretazione dell'amministrazione comunale e che prova a coordinare le norme emanate dal Governo e dalla Regione. PRECISIAMO CHE SI TRATTA DELL’INTERPRETAZIONE DATA DALLE NOSTRE AMMINISTRAZIONI COMUNALI, SUSCETTIBILE DI MODIFICHE IN CONSEGUENZA DI DIVERSA INTERPRETAZIONE DA PARTE DEGLI ENTI SOVRAORDINATI.

Le MISURE del GOVERNO e della REGIONE SI PARTE il 4 MAGGIO:

info 4 maggio

Clicca qui per scaricare la SCHEDA INFORMATIVA

SPOSTAMENTI

È consentito spostarsi all’interno della propria regione solo per lavoro, visite mediche, stato di necessità (sempre con autocertificazione). 

Per quanto riguarda la spesa, è consentito lo spostamento individuale, nell’ambito dei confini provinciali.

È consentito spostarsi, all’interno del territorio regionale, per andare a trovare familiari utilizzando la mascherina e garantendo il rispetto della distanza interpersonale. Ad oggi non è consentito andare nella regione confinante per incontrare i parenti. Non è consentito andare a trovare gli amici.

È consentito rientrare in Toscana, nel luogo di domicilio o residenza solo per coloro che hanno sul territorio regionale il proprio medico di medicina generale o il pediatra di famiglia; non è, pertanto, consentito il rientro in Toscana verso le seconde case utilizzate per vacanze.

Ci si può spostare fuori dal territorio regionale solo per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

L’autocertificazione rimane in vigore.

Restano chiusi i musei, luoghi di cultura e manifestazioni, eventi, spettacoli, visite guidate e viaggi di istruzione.

È consentito raggiungere seconde case di proprietà e altri manufatti per lo svolgimento delle attività di manutenzione e riparazione necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione del bene; lo spostamento potrà essere esclusivamente individuale e limitato all'ambito del territorio regionale con obbligo di rientro in giornata presso l’abitazione abituale.

È consentito lo spostamento individuale all’interno del territorio regionale per lo svolgimento di attività agricole amatoriali e selvicoltura libere alle seguenti condizioni: a) che la superficie agricola o forestale sia nel possesso del soggetto interessato, b) che lo spostamento avvenga non più di una volta al giorno con obbligo di rientro in giornata presso l’abitazione abituale, c) che le attività da svolgere siano limitate a quelle necessarie alla tutela delle produzioni vegetali, e degli animali allevati.

ATTIVITÀ ALL’ARIA APERTA E SPORT

È vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici e privati.

Il sindaco può disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il rispetto del divieto di assembramento.

Sono aperti i parchi, ville e giardini pubblici ma l’accesso è condizionato al rigoroso rispetto della distanza di sicurezza interpersonale.

Restano chiuse le aree attrezzate per il gioco dei bambini.

L’attività sportiva può essere svolta in forma strettamente individuale, sul territorio regionale, utilizzando per lo spostamento mezzi propri di trasporto e con l’obbligo del rientro in giornata presso l’abitazione abituale. E’ possibile l’accompagnamento da parte di una persona nel caso di minori o di persone non completamente autosufficienti. L’attività va svolta nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri. 

Restano sospesi gli eventi e competizioni sportive.

Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto.

 

È consentito svolgere, individualmente oppure con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, o da parte di residenti nella medesima abitazione, attività motoria, a piedi o in bicicletta, con partenza e rientro alla propria abitazione, senza uso di altri mezzi di trasporto. Nel caso di residenti nella medesima abitazione e di minori o persone non completamente autosufficienti accompagnati, non è necessario mantenere le misure di distanziamento sociale.

RISTORAZIONE

È consentita sia attraverso la consegna a domicilio, sia la modalità “da asporto”. Per lo spostamento verso il locale che effettua l’asporto valgono le stesse limitazioni per gli spostamenti verso i negozi di vendita generi prima necessità (è consentito lo spostamento individuale, nell’ambito dei confini provinciali). Si raccomanda che la vendita avvenga previa ordinazione on-line o telefonica.

PUBBLICA ISTRUZIONE

Le scuole di ogni ordine e grado riapriranno a partire da settembre.

L’attività continuerà a svolgersi con la modalità a distanza.

CERIMONIE

Sono consentite le cerimonie funebri con la partecipazione dei soli congiunti (max 15 persone).

Restano per ora sospese le cerimonie civili e religiose (si sta lavorando ad un protocollo sulle messe).

COMMERCIO

Le attività al dettaglio riapriranno non prima del 18 maggio. Saranno programmati step di riapertura di 14 giorni per verificare gli effetti di ogni riapertura.

Parrucchieri, barbieri, centri estetica riapriranno non prima di giugno.

ATTIVITÀ PRODUTTIVE

È riaperto il comparto manifatturiero, il comparto tessile e l’edilizia compresi i  cantieri. E’ riaperto il commercio all’ingrosso funzionale a queste filiere.

TRASPORTO PUBBLICO

L'utilizzo del mezzo pubblico è consentito esclusivamente per gli spostamenti delle persone “motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”

Su ciascun mezzo pubblico è necessario mantenere la distanza di almeno un metro tra i passeggeri e tra i passeggeri e il conducente

I passeggeri devono obbligatoriamente indossare la mascherina ed è raccomandato l’utilizzo di guanti protettivi monouso o la pulizia/sanificazione delle mani prima e dopo l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Possibile aumento frequenza delle corse nelle ore di punta e corse bis, per sopperire alla diminuzione dei posti disponibili sui bus.

Marker sui posti a sedere per segnalare quelli che non possono essere usati

CIMITERI

I cimiteri sono aperti.

È consentito spostarsi nell’ambito della propria regione per far visita nei cimiteri ai defunti.

MASCHERINE

È obbligatorio l’uso della mascherina sull’intero territorio nazionale nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza.

Per una migliore tutela della salute propria e della collettività, negli spazi aperti, in presenza di più persone, si consiglia di indossare comunque la mascherina e di mantenere la distanza intepersonale di almeno 1,80m

 

Le mascherine sono distribuite gratuitamente alla cittadinanza e sono reperibili presso tutte le farmacie della Val di Bisenzio.

Per ogni altro chiarimento e approfondimento si invita a fare riferimento alle risposte alle domande frequenti presenti sui siti ufficiali del Governo e della Regione Toscana.

 

http://www.governo.it/it/faq-fasedue

https://www.regione.toscana.it/-/faq-su-coronavirus

 

 

Azioni sul documento