Tu sei qui: Home Emergenza "CORONAVIRUS"- COVID-19- Chiusura al pubblico dei cimiteri comunali.

Emergenza "CORONAVIRUS"- COVID-19- Chiusura al pubblico dei cimiteri comunali.

Ordinanza di Chiusura al Pubblico dei Cimiteri Comunali fino al 13 Aprile 2020.

 

Ordinanza n° 6 del 03/04/2020

IL SINDACO

Visti:

- la delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, con la quale è stato dichiarato per 6 mesi lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

- il decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6 recante "Misure urgenti di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID -19 e in particolare, l'art. 3;

- il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 febbraio 2020, recante "Disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.45 del 23 febbraio 2020 ;

- il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri 25 febbraio recante"Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 47 del 25 febbraio 2020:

-il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri 1° marzo 2020 recante "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19" pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 52 del 1° marzo 2020;

- il DPCM del 04.03.2020, che disciplina in modo unitario il quadro degli interventi e delle misure attuative del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6 da applicare in modo uniforme sull'intero territorio nazionale

- i successivi DPCM del 08.03.2020, del 09/03/2020, recanti "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID - 19, applicabili sull'intero territorio nazionale";

- la Direttiva n. 2/2020 del Ministro per la Pubblica Amministrazione recante "Indicazione in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 nelle pubbliche amministrazioni di cui all'art.1,comma 2 del D.Lgs.30 marzo 2001, n.165;

Visto il D.Lgs.267/2000;

DATO ATTO che con successivi D.P.C.M. del 11/03/2020, del 22/03/2020, del 01/04/2020 sono state adottate ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 sull'intero territorio nazionale;

CONSIDERATO che

l'afflusso dei visitatori ai cimiteri comunali determina condizioni di rischio per il numero di persone potenzialmente presenti;

l'afflusso dei visitatori ai cimiteri determina condizioni di rischio in contrasto con le misure precauzionali finalizzate a contrastare il diffondersi del COVID-19;

RITENUTO necessario attivare, in coerenza con le disposizioni soprarichiamate, misure sanitarie di prevenzione;

CONSIDERATA dunque la necessità di provvedere, con urgenza, all'adozione di ogni provvedimento atto a garantire la salute pubblica;

RITENUTO pertanto di dover adottare il presente provvedimento finalizzato alla chiusura al pubblico dei cimiteri comunali dalla data odierna e fino al 13/04/2020 salvo eventuali proroghe previste dai futuri DPCM;

Visto l'art.50 comma 5 del Decreto Legislativo n. 267 dell'08/08/2000;

ORDINA

LA CHIUSURA ai visitatori dei cimiteri comunali dalla data odierna fino al 13 aprile 2020, salvo eventuali proroghe previste dai futuri DPCM, fermo restando gli altri servizi ivi compresi quelli essenziali, quali quello di trasporto, ricevimento e tumulazione, ammettendo altresì la presenza contestuale per l'estremo saluto ai familiari più stretti.

AVVERTE CHE

All’inottemperanza del presente ordine consegue la denuncia all’Autorità Giudiziaria per il reato di cui all’articolo 650 del C.P.P.

Contro la presente Ordinanza ai sensi dell'art. 3 comma 4 legge n. 241/1990 e s.m.i. è ammesso entro 30 giorni dalla notificazione, la presentazione del ricorso gerarchico al Prefetto di Prato, oppure in alternativa il ricorso giurisdizionale dinanzi al T.A.R. Toscana, o ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro 60 e 120 giorni decorrenti dalla data della sua notifica

DISPONE

- Che copia del presente provvedimento venga pubblicato all'Albo pretorio on-line del Comune e sul sito internet;-

- Che copia del presente provvedimento venga comunicata

Al Comando di Polizia Locale;

Alla Prefettura di Prato;

Alla Stazione dei Carabinieri di Vernio.

 

Azioni sul documento